• Italiano
  • English

Abbrevia,
su misura per te

Sei già Cliente?

apripan
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Le imprese italiane segnalano un deterioramento delle condizioni di indebitamento tra la prima e la seconda metà del 2010 (il 19% delle imprese segnala un peggioramento, contro il 7,7% che segnala un miglioramento).

Le imprese italiane segnalano un deterioramento delle condizioni di indebitamento tra la prima e la seconda metà del 2010 (il 19% delle imprese segnala un peggioramento, contro il 7,7% che segnala un miglioramento).

Lo spiega il Supplemento al bollettino statistico di Bankitalia dedicato ai risultati dell'indagine sulle imprese industriali e dei servizi per il 2010.

La maggioranza delle imprese comunica un aumento dell'autofinanziamento, per la prima volta dopo due anni, con un saldo tra quanti segnalano un aumento e quanti ne segnalano una diminuzione a -18,2 da +33,4 punti percentuali. Di conseguenza l'aumento dell'autofinanziamento si è accompagnato anche a un maggiore ricorso al capitale proprio e all'indebitamento bancario: per entrambe le fonti si registrano saldi tra variazioni positive e negative attorno ai 7 punti percentuali. Il ricorso al mercato obbligazionario e finanziario nel corso del 2010 risulta invece stabile rispetto all'anno precedente.

L'occupazione nel 2010 è diminuita dell'1,4%. Il calo è in linea con i programmi formulati dalle imprese all'inizio dell'anno. Esso è stato più forte nell'industria (-2,2%) rispetto ai servizi (-0,6%) e, seppure attenuato, proseguirebbe nell'industria anche nel corso del 2011 (-1% nelle previsioni).

Per le imprese industriali con 50 addetti e oltre, il numero di ore di Cassa Integrazione Guadagni nel 2010 è diminuito rispetto all'anno precedente, dal 9,2 al 6,1% delle ore effettivamente lavorate, restando su valori storicamente elevati.

Il fatturato in termini reali è aumentato dell'1,1%; alla crescita delle imprese del settore industriale (+3,5%), in particolare quelle più orientate all'esportazione, si è contrapposta la flessione del settore terziario(-1,1%).

È aumentata rispetto al 2009 la quota di imprese in utile (dal 53 al 57,8%) ed è al contempo diminuita quella delle imprese in perdita (dal 30,5 al 25,5%).

Gli investimenti fissi lordi sono aumentati del 3,5 per cento nel 2010 (0,7% nell'industria, 6,8 nei servizi).

Il modesto incremento dell'industria è in larga misura attribuibile alle imprese fortemente orientate all'esportazione e a quelle di piccole dimensioni. I programmi per il 2011 prefigurano una lieve flessione degli investimenti (-0,9 per cento).

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

I nostri servizi a tema con
"PEGGIORA INDEBITAMENTO IMPRESE NEL 2° SEM 2010"

Potrebbero interessarti anche

Nessun contenuto disponibile

Media & Press

Iscriviti alla newsletter

Dichiaro di aver ricevuto e letto l'informativa rilasciata da ABBREVIA S.p.A. ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 e rilascio il mio consenso al trattamento dei Dati Personali con la finalità di

Abbrevia Comunica

Potrebbero interessarti

Nessun contenuto disponibile

Legenda dei simboli

Servizi premium, il Valore Aggiunto Abbrevia

La grande differenza Abbrevia? Le indagini investigate.

Ottieni l’indirizzo del debitore, ma al campanello non risponde nessuno. Rintracci un conto della società insolvente, tenti un pignoramento, ma il deposito risulta drammaticamente vuoto. Il tuo nuovo partner commerciale non è in grado di assolvere alle sue obbligazioni, quando tutto lo faceva apparire in smagliante salute finanziaria. Quante volte le azioni promosse e le decisioni prese sulla base di normali informazioni commerciali si risolvono un buco nell’acqua? Troppe.

Con i servizi Premium offerti da Abbrevia questo non accade. Si tratta infatti di indagini investigate, condotte in loco da un team interno specializzato, attingendo a fonti ufficiali e ufficiose.

Le informazioni così ottenute sono davvero attuali e affidabili, rivelano dati effettivi, domicili reali, beni esistenti, conti attivi, autentica disponibilità di un’azienda o di una persona.

Tempo di evasione Offline

Tempo di evasione Online

Informazione su Persona Fisica

Informazione su Persona Giuridica