Abbrevia,
su misura per te

Sei già Cliente?

apripan

Il ruolo del commercialista per le imprese in difficoltà

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Sempre più il consulente commerciale può svolgere un ruolo fondamentale nel sostenere il proprio cliente nei momenti di crisi economica

 

Il commercialista è ormai diventato un vero e proprio consulente generale dei propri assistiti.
Da lui ci si aspetta non solo le basi della compatibilità e le nozioni sul fisco ma che sia il consigliere strategico che aiuti l’imprenditore a prendere le scelte di  mercato giuste per il futuro stesso dell’azienda.
Alcuni professionisti si specializzano su un singolo settore, altri creano un team che possa seguire tutti gli aspetti, altri si aggiornano continuamente per offrire tutte le tipologie di consulenze di cui una PMI può aver bisogno.

I commercialisti infatti sono ormai diventati dei consulenti di marketing, soprattutto quando i propri clienti sono piccole imprese a gestione familiare che non hanno la possibilità di avere una risorsa interna o rivolgersi ad agenzie specializzate.
Sono consulenti legali quando si parla di frodi fiscali e contabilità forense; devono poi conoscere le norme e i trattati internazionali quando il proprio cliente esporta i propri prodotti all’estero o analizza le possibilità di una fusione o un’acquisizione.
Altra specializzazione è quella per esempio sulle start-up dove la legislazione è in continuo mutamento e le competenze del commercialista in una prima fase possono fare la differenza tra una partenza promettente ed un’idea stroncata sul nascere.

Indispensabile anche la preparazione in ambito di bandi e finanziamenti, sia nazionali che europei: un commercialista aggiornato è in grado di offrire opportunità importanti al proprio cliente oltre che seguire poi la predisposizione dei documenti e la redazione del progetto stesso.
Tutti questi esempi fanno capire bene come il ruolo del commercialista oggigiorno sia veramente trasversale e indispensabile per le aziende.

Potenzialmente il lavoro del commercialista si potrebbe fermare agli adempimenti tecnici e specifici ma nella maggior parte dei casi, soprattutto in Itala dove quasi la totalità delle imprese sono considerate PMI, il suo ruolo diventa più profondo, più legato a doppio filo alle sorti dell’azienda.
Il periodo di crisi che ha colpito poi il nostro paese e il numero di imprese fallite negli ultimi anni ha accentuato ancora di più la difficoltà degli imprenditori a superare certe scosse a livello economico o semplicemente a stare al passo con i tempi.
Uno dei problemi più rilevanti e prima causa di fallimento è certamente la mancanza di liquidità e l’insolvenza dei clienti.

Anche nel settore del Recupero Crediti il Commercialista ha potenzialmente un ruolo importante ed il suo lavoro è legato in ogni modo a doppio filo con l’andamento dei propri assistiti; un cliente con tanti crediti insoluti e senza liquidità è un cliente che rischia di diventare, a suo malgrado, anch’esso un cattivo pagatore, con lo stesso Commercialista. Oltre alla visione più “commercialistocentrica” è sicuramente vero che, attraverso diversi strumenti, il Consulente possa permettere al proprio assistito sia di prevenire il livello di insoluti, sia di affrontare il recupero con una cognizione di causa maggiore. Nella fase preventiva l’utilizzo di informazioni commerciali relative ai potenziali clienti/fornitori è sicuramente utile per evitare di dover poi andare incontro a crediti insoluti mentre, quando questi sono ormai presenti, le indagini patrimoniali sono in grado di fornire gli elementi utili per poter definire quali siano le posizioni sulle quali agire e quelle che invece siano pronte per passare a perdita, rientrando più direttamente nella gestione contabile dell’azienda stessa.

In ambito di Informazioni commerciali, da banche dati ed investigate, e di indagini per recupero crediti è nata da poco la nuova Convenzione dedicata ai Commercialisti, tra l’Associazione Nazionale Commercialisti e Abbrevia, società dotata di licenza investigativa, che offre le due tipologie di servizi a condizioni agevolate.

 

 

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

I nostri servizi a tema con
"Il ruolo del commercialista per le imprese in difficoltà"

Potrebbero interessarti anche

Nessun contenuto disponibile

Media & Press

Iscriviti alla newsletter

Dichiaro di aver ricevuto e letto l'informativa rilasciata da ABBREVIA S.p.A. ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 e rilascio il mio consenso al trattamento dei Dati Personali con la finalità di

Abbrevia Comunica

Potrebbero interessarti

Nessun contenuto disponibile

Legenda dei simboli

Servizi premium, il Valore Aggiunto Abbrevia

La grande differenza Abbrevia? Le indagini investigate.

Ottieni l’indirizzo del debitore, ma al campanello non risponde nessuno. Rintracci un conto della società insolvente, tenti un pignoramento, ma il deposito risulta drammaticamente vuoto. Il tuo nuovo partner commerciale non è in grado di assolvere alle sue obbligazioni, quando tutto lo faceva apparire in smagliante salute finanziaria. Quante volte le azioni promosse e le decisioni prese sulla base di normali informazioni commerciali si risolvono un buco nell’acqua? Troppe.

Con i servizi Premium offerti da Abbrevia questo non accade. Si tratta infatti di indagini investigate, condotte in loco da un team interno specializzato, attingendo a fonti ufficiali e ufficiose.

Le informazioni così ottenute sono davvero attuali e affidabili, rivelano dati effettivi, domicili reali, beni esistenti, conti attivi, autentica disponibilità di un’azienda o di una persona.

Tempo di evasione Offline

Tempo di evasione Online

Informazione su Persona Fisica

Informazione su Persona Giuridica