Abbrevia,
su misura per te

Sei già Cliente?

apripan

Furti in azienda: i dipendenti infedeli e le investigazioni per reperire le prove

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Sono diversi i casi di furto in azienda da parte di dipendenti ed ex-collaboratori che approfittano della loro posizione per rubare in casa dei propri datori di lavoro.

 

L’ultimo caso salito agli onori della cronaca è avvenuto nella zona di Bologna e vede coinvolti ben 5 operai che lavoravano con la mansione di facchini in un magazzino dell’Interporto e che hanno rubato più di 11 mila euro di merce dall’azienda che li aveva assunti. Altro caso sempre in Emilia dove addirittura è stato il Capo Reparto di un’azienda che produce utensileria e che gestiva lo stoccaggio della merce a formare una squadra di ricettatori per rivendere su Facebook la merce fatta sparire. Ultimo esempio degli ultimi mesi è quello del “Door Man” di un negozio in pieno centro a Milano, e di due dipendenti del punto vendita complici, che hanno sottratto diversi capi firmati e fatto sospettare i titolari del negozio di abbigliamento.

Filo conduttore di questi casi è la risoluzione tramite l’intervento delle forze dell’ordine che hanno portato oltre che al licenziamento anche a sanzioni e pene per i colpevoli. Ma quando esiste anche solo un sospetto che alcuni dipendenti possano mettere in atto dei comportamenti scorretti e che siano proprio  questi i colpevoli degli ammanchi in magazzino più che in punto vendita la logica vorrebbe che non si aspetti che il danno diventi insostenibile per far intervenire poi chi di dovere.

Sul controllo dei dipendenti durante la loro attività lavorativa vige però il regolamento dettato dagli articoli 4 e 38 dello Statuto dei diritti dei lavoratori sulla privacy e sull’impossibilità di monitorare l’attività lavorativa per valutarne l’efficienza. E’ importante chiarire invece, soprattutto per quanto riguarda i diritti del Datore di Lavoro, che non esiste violazione dei due articoli sopra citati quando il controllo viene effettuato per tutelare l’integrità del patrimonio aziendale. Orientamento confermato da un altro caso di una dipendente di un supermercato che era stata intercettata dalle telecamere posizionate da un’agenzia di Investigazione, su mandato dell’azienda, mentre rubava dei prodotti alimentari in diverse occasioni.

I video portati dagli Investigatori privati e presentati dal datore di lavoro sono valsi come prova oggettiva del fatto e hanno portato al licenziamento per giusta causa della dipendente; a niente è servito il ricorso della signora, rigettato dal tribunale. In generale infatti il controllo sui dipendenti tramite videocamere occulte è proibito, e possibile solo previo accordo con i Sindacati e l’Ispettorato del Lavoro, nei casi in cui questo serva per valutare il rendimento dei dipendenti nell’attività che per contratto di lavoro questi debbano svolgere. Altri parametri vengono utilizzati per la tutela del patrimonio aziendale e la prevenzione da atti criminosi.

Altra modalità per poter verificare i comportamenti scorretti da parte dei dipendenti all’interno del luogo di lavoro, se l’attività e la mansione del sospetto sono a contatto con il pubblico, è lo strumento del Mistery Client. Se è vero che questo ruolo viene sempre più utilizzato dalle grandi catene di franchising per valutare se i propri franchisee gestiscano i punti vendita di marca secondo le linee guida della casa madre, è anche vero che c’è un’altra attività parallela, svolta da società investigative con regolare licenza, per individuare delle attività illecite passibili di licenziamento per giusta causa. Un esempio pratico è il caso della cassiera di un locale che al momento del pagamento dei clienti in diversi casi non emetteva scontrino. Questa sua azione unita al non allineamento tra fatturato e consumo di merce ha confermato definitivamente i sospetti del gestore del locale che grazie alle prove video-fotografiche e alla testimonianza dell’Investigatore ha potuto procedere al licenziamento della dipendente.

Altro discorso vale invece per il controllo dei dipendenti che lavorano fuori dalla sede di lavoro e che possono essere in grado di commettere dei furti in itinere durante la loro attività. In questi casi entra in gioco l’attività classica delle agenzie investigative, specializzate in investigazioni aziendali, che è ormai sempre più un’arma importante per il Datore di lavoro. La presenza di dipendenti scorretti, che si tratti di furti o dei diversi illeciti legati al fenomeno dell’assenteismo, porta infatti a costi sia diretti che indiretti ed incide in maniera importante sulla produttività e l’ambiente di lavoro di ogni azienda.

 

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

I nostri servizi a tema con
"Furti in azienda: i dipendenti infedeli e le investigazioni per reperire le prove"

Potrebbero interessarti anche

Media & Press

Iscriviti alla newsletter

Dichiaro di aver ricevuto e letto l'informativa rilasciata da ABBREVIA S.p.A. ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 e rilascio il mio consenso al trattamento dei Dati Personali con la finalità di

Abbrevia Comunica

Legenda dei simboli

Servizi premium, il Valore Aggiunto Abbrevia

La grande differenza Abbrevia? Le indagini investigate.

Ottieni l’indirizzo del debitore, ma al campanello non risponde nessuno. Rintracci un conto della società insolvente, tenti un pignoramento, ma il deposito risulta drammaticamente vuoto. Il tuo nuovo partner commerciale non è in grado di assolvere alle sue obbligazioni, quando tutto lo faceva apparire in smagliante salute finanziaria. Quante volte le azioni promosse e le decisioni prese sulla base di normali informazioni commerciali si risolvono un buco nell’acqua? Troppe.

Con i servizi Premium offerti da Abbrevia questo non accade. Si tratta infatti di indagini investigate, condotte in loco da un team interno specializzato, attingendo a fonti ufficiali e ufficiose.

Le informazioni così ottenute sono davvero attuali e affidabili, rivelano dati effettivi, domicili reali, beni esistenti, conti attivi, autentica disponibilità di un’azienda o di una persona.

Tempo di evasione Offline

Tempo di evasione Online

Informazione su Persona Fisica

Informazione su Persona Giuridica