Abbrevia,
su misura per te

Sei già Cliente?

apripan

Aziende in crisi, la PA continua a far rinviare l’accordo tra Abi e imprese

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
I debiti della Pubblica Amministrazione non potranno essere pagati finché non sarà pronto il decreto ministeriale per la certificazione dei debiti

I debiti della Pubblica Amministrazione non potranno essere pagati finché non sarà pronto il decreto ministeriale per la certificazione dei debiti

Servono due decreti ministeriali per sbloccare il pagamento di una prima parte dei debiti della Pubblica Amministrazione. Lo ripete da giorni il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera. Il primo, relativo alla copertura del Fondo centrale di garanzia, l’istituto che sostiene lo sviluppo delle Piccole e Medie Imprese Italiane concedendo una garanzia pubblica a fronte di finanziamenti concessi dalle Banche, è pronto. Il problema resta per il secondo: la certificazione obbligatoria dei debiti.

Una procedura, prevista dall'art.13 della legge di Stabilità del precedente governo Berlusconi, che dovrebbe permettere alle aziende di poter scontare il debito in banca con maggiore facilità.

Il ministero dell’Economia e quello dello Sviluppo Economico stanno continuando a lavorare sulla normativa ma la strada verso la stesura definitiva del decreto sembra ancora lunga.

I continui rinvii ostacolano la firma dell’accordo tra Abi, l’associazione che raggruppa gli Istituti bancari che lavorano in Italia e si occupa di rappresentare, promuovere e tutelare gli interessi del Sistema bancario del Paese, e le imprese. In questo modo si blocca la possibilità per le banche di anticipare una quota che dovrebbe essere, secondo la bozza di protocollo, non inferiore al 70% del valore nominale del credito certificato.

In pratica, si continua a posticipare il pagamento dei debiti alle aziende già profondamente fiaccate dalla crisi.

Per l’approvazione del decreto sulla certificazione, una volta perfezionato il testo al Mef, ministero dell’economie e finanze, ci sarà un passaggio presso la Conferenza unificata che però, secondo il calendario, non potrà riunirsi prima di alcune settimane.

E un altro ostacolo riguarda la modalità che permetterà di effettuare la certificazione anche online, utilizzando la piattaforme Consip. Questa opzione consentirebbe ai fornitori in credito con lo Stato e agli enti locali di utilizzare la posta certificata per inviare una copia delle fatture non pagate alle quali la PA dovrà rispondere entro due mesi. Per permettere questa operazione ci sarebbe bisogno della messa in rete delle banche dati della Pubblica Amministrazione e per fare questo ci sarebbe bisogno di ancora altri mesi.

Fonte: http://www.tgcom24.mediaset.it/

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

I nostri servizi a tema con
"Aziende in crisi, la PA continua a far rinviare l’accordo tra Abi e imprese"

Potrebbero interessarti anche

Nessun contenuto disponibile

Media & Press

Iscriviti alla newsletter

Dichiaro di aver ricevuto e letto l'informativa rilasciata da ABBREVIA S.p.A. ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 e rilascio il mio consenso al trattamento dei Dati Personali con la finalità di

Abbrevia Comunica

Potrebbero interessarti

Nessun contenuto disponibile

Legenda dei simboli

Servizi premium, il Valore Aggiunto Abbrevia

La grande differenza Abbrevia? Le indagini investigate.

Ottieni l’indirizzo del debitore, ma al campanello non risponde nessuno. Rintracci un conto della società insolvente, tenti un pignoramento, ma il deposito risulta drammaticamente vuoto. Il tuo nuovo partner commerciale non è in grado di assolvere alle sue obbligazioni, quando tutto lo faceva apparire in smagliante salute finanziaria. Quante volte le azioni promosse e le decisioni prese sulla base di normali informazioni commerciali si risolvono un buco nell’acqua? Troppe.

Con i servizi Premium offerti da Abbrevia questo non accade. Si tratta infatti di indagini investigate, condotte in loco da un team interno specializzato, attingendo a fonti ufficiali e ufficiose.

Le informazioni così ottenute sono davvero attuali e affidabili, rivelano dati effettivi, domicili reali, beni esistenti, conti attivi, autentica disponibilità di un’azienda o di una persona.

Tempo di evasione Offline

Tempo di evasione Online

Informazione su Persona Fisica

Informazione su Persona Giuridica